Nephandi

Non tutti gli ordini di Magi seguono le regole, alcuni preferiscono infrangerle. Questi sono i cosidetti “ordini della mano sinistra”, coloro che per per volontà di potere, per incuria o per desiderio di vendetta contro avversari troppo potenti, si legano ad un padrone nei regni dello spirito. Questo da loro grande potere in brevissimo tempo, ma come una candela accesa da due lati, questi Maghi bruciano molto in fretta…letteralmente.
Contrariamente a quanto le tradizioni mistiche o i tecnocrati credono, vi sono molti tipi di Nephandi (anche tra le stesse fila di questi ordini se ne possono trovare un numero considerevole).
I Nephandi si dividono in:
1) Infernalisti : coloro che praticano i patti con i demoni, sono l’archetipo del Mago alla Faust, convinti di poter avere dominio su di loro, si ritrovano incatenati ai loro signori e privati della propria anima.
2) Malfeani : coloro che servono gli spiriti, siano essi antichi dei o signori dei fatati, questi Maghi hanno un’aurea di follia che li contraddistingue.
3) Stigiani : coloro che servono i trapassati, antichi e potenti morti delle terre senza sole possono dare poteri e conoscenze sconosciute ai più.
4) K’llasshaa : coloro che servono l’abominio. Poco si sa di questi Maghi e ancora meno delle entità che essi servono. Si dice che siano spiriti venuti da altrove, al di fuori della creazione…se ciò sia vero o no, solo i Maghi a loro asserviti possono saperlo.