Atanor

Il termine Atanor viene dall’uso “gergale” che gli Alchimisti facevano del Geroglifico Egizio :

At – Casa

N – energia

Or – Horus, uno degli aspetti del Sole (ma anche un eone)

Quindi: Atanor – La casa (contenitore, vaso, recipiente, calderone) delle Energie Solari

L’Atanor è il contenitore per definizione. L’Atanor contiene un Misto di elementi.

In tutte le operazioni, da quelle profane e quotidiane fino a quelle più metafisiche e simboliche, l’Atanor Contiene: i Metalli per la Metallurgia, le Piante per la Spagiria, gli ingredienti di un risotto in cucina; non ultime, le sostanze di cui è costituito l’Uomo!
Gli Atanor di Doissetep, sono l’evoluzione dell’Atanor alchemico, sono costrutti alchemici in grado di contenere dentro di se, le immense energie del Prime, e di riversarle al di fuori in un eterno ciclo di costruzione e trasmutazione.
Gli Atanor di Doissetep, sono in simbiosi con la stessa Doissetep, e sono gli unici in grado di aprire le porte alchemiche che permettono il passaggio tra i vari stadi della realtà